Festeggiamento dei 60 anni dal 1°maggio 1945 e della Liberazione

25 aprile e 1° maggio 2005; si festeggiano insieme i 60 anni dalla celebrazione del primo 1° maggio e della Liberazione del 1945.

Una ricorrenza di straordinaria importanza per tutti i lavoratori che ricordano un evento che si verificò nel momento della riconquistata libertà e dell’unità sindacale da poco sancita con il patto di Roma.

Quella prima manifestazione della più importante festa dei lavoratori e della loro organizzazione si svolse a Roma alle 10 della mattina in piazza del Popolo in una giornata grigia, ma non piovosa, con la partecipazione di decine di migliaia di lavoratori e delle bande musicali dei Tranvieri, dei Ferrovieri e della parrocchia della Madonna della Strada con il proprio gonfalone.

Tra i partecipanti vi era un nutrito gruppo di soldati e marinai che gridavano
continuamente “siamo lavoratori anche noi”.

I lavoratori confluirono in piazza del popolo provenienti dai concentramenti di:

Piazza Santi Apostoli nella quale si riunirono gli statali, i parastatali e i comunali. Piazza Montecitorio nella quale si riunirono i metalmeccanici. Piazza San Silvestro nella quale si riunirono i postelegrafonici. Piazza del Parlamento nella quale si riunirono i tranvieri, Piazza San Lorenzo in Lucina nella quale si riunirono gli edili. Dalla via Flaminia e dalla discesa del Pincio confluirono i lavoratori di tutte le altre categorie e tanta altra gente.

Parlarono il democristiano PASTORE il socialista BUSCHI il comunista DI VITTORIO ed una lavoratrice arrestata e condannata dal Tribunale Speciale Fascista a 10 anni di carcere per aver svolto attività antifascista tramite i sindacati in vari stabilimenti genovesi Maddalena SECCO. Era nata ad Airasca (To) il 18/7/1902 aveva 43 anni e nel 38 il 18/7 era stata condannata a 10 anni di carcere e della quale non si hanno notizie della sua fede partitica.

Il tempo fu clemente anche per la scampagnata che fece seguito alla celebrazione sindacale, per il pranzo al sacco e i giochi del pomeriggio, le mete furono Villa Borghese, Passeggiata Archeologica, Pineta Sacchetti e Pineta di Monte Mario.

Verso sera iniziò a piovere, ma i lavoratori e le loro famiglie avevano già finito di festeggiare il loro primo primo maggio da uomini e donne liberi .

[1_maggio_1945] download PDF

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...